Ultima modifica: 6 maggio 2018

Libere e Sovrane

  • Locandina evento
  • 20180413_102255
  • 20180413_102311
  • 20180413_102352
  • 20180413_102447
  • 20180413_102745
  • 20180413_102750
  • 20180413_102942
  • 20180413_103029
  • 20180413_103355
  • 20180413_103409
  • 20180413_103412
  • 20180413_103603
  • 20180413_103637
  • 20180413_103711
  • 20180413_104013
  • cssslider
  • 20180413_104647
Locandina evento1 20180413_1022552 20180413_1023113 20180413_1023524 20180413_1024475 20180413_1027456 20180413_1027507 20180413_1029428 20180413_1030299 20180413_10335510 20180413_10340911 20180413_10341212 20180413_10360313 20180413_10363714 20180413_10371115 20180413_10401316 20180413_10404117 20180413_10464718
http://wowslider.com/ by WOWSlider.com v8.7

 

Libere e sovrane

Le ventuno donne che hanno fatto la Costituzione

Le lapidi sono importanti, i monumenti sono importanti, ma il più grande monumento, il maggiore, il più straordinario che si è costruito in Italia alla libertà , alla giustizia, alla Resistenza, all’antifascismo, al pacifismo, è la nostra Costituzione”.

Il giorno 13 aprile 2018, noi alunni  delle classi seconde, ci siamo recati presso l’istituto comprensivo di Colleferro per assistere ad una mostra itinerante sulle Madri Costituenti.

Infatti nel 1946, 44 anni dopo il suffragio maschile, il diritto di voto venne esteso alle donne di età superiore ai 21 anni; fu il risultato di una lunga e dura lotta. Le elette alla Costituente furono 21 su 556 e 5 entrarono nella ”Commissione dei 75”, la commissione speciale formata per elaborare e proporre la nuova Costituzione. Abbiamo conosciuto: Teresa Mattei, Maria Agamben Federici, Angela Gotelli, Nilde Iotti, Teresa Noce, Adele Bei, Filomena Delli Castelli, Bianca Bianchi, Maria Nicotra, Maria Maddalena Rossi, Angela Maria Guidi Cingolani, Angelina Merlin (detta Lina), Elisabetta Conci (detta Elsa), Rita Montagnana, Laura Bianchini, Elettra Pollastrini, Ottavia Penna, Nadia Gallico Spano, Angiola Minella, Maria De Unterrichter Jervolino e Vittoria Titomanlio.

I ragazzi di terza media ci hanno raccontato abilmente la vita di queste donne, citando le loro frasi caratteristiche. Entrando abbiamo visto dei pannelli di compensato disposti in fila; era lì che si teneva la mostra. Ad ogni pannello ci fermavamo per ascoltare la spiegazione delle nostre ”guide”. Per la loro bravura e precisione, non abbiamo avuto nessun dubbio e non abbiamo avuto necessità di fare  alcuna domanda! Alla fine ci siamo scattati una foto tutti insieme, abbiamo aspettato il pulmino e siamo tornati a Paliano. Abbiamo trascorso una giornata indimenticabile e abbiamo imparato molto.

Grazie alla prof.ssa Perfetti per averci invitato e alle nostre docenti per aver reso possibile questa esperienza.

 

Le classi seconde di Paliano